Terapia combinata con trametinib e palbociclib per combattere il melanoma

21/11/2013 - Pfizer e GlaxoSmithKline (GSK) hanno stipulato un accordo per valutare l’efficacia antitumorale e la sicurezza della somministrazione combinata di trametinib (GSK) e palbociclib (Pfizer), nel melanoma metastatico in stadio avanzato.

Trametinib (GSK1120212) è un inibitore reversibile delle chinasi Mek-1 e Mek-2, che ha ottenuto l’approvazione FDA, con il nome Mekinist, per il trattamento di pazienti adulti affetti da melanoma metastatico o non resecabile, che esprimono le mutazioni del gene BRAF V600E o V600K, individuate da uno specifico test approvato dalla FDA. Tali mutazioni promuovono la proliferazione e la crescita delle cellule neoplastiche attraverso l’attivazione delle chinasi Mek. Trametinib non è indicato per i pazienti già sottoposti a una terapia con inibitori del gene BRAF.

Palbociclib (PD – 0332991) è un inibitore selettivo delle chinasi clinina dipendenti (CDK) 4 e 6. Non ancora approvato in nessuna nazione, il farmaco ha ottenuto dalla FDA la designazione di terapia breakthrough per il trattamento del carcinoma mammario.

La combinazione sarà valutata in uno studio di fase I/II (trial 200344), che sarà condotto da GSK.

Lo studio, a dosi scalari, in aperto, è stato progettato per individuare il regime di combinazione raccomandato per l’associazione trametinib più palbociclib in pazienti affetti da melanoma. Saranno valutati, inoltre, l’effetto del trattamento combinato sui biomarker tumorali, la sicurezza della terapia e l’efficacia antineoplastica nei pazienti con melanoma wild type BRAFV600, inclusi quelli che presentano mutazioni NRAS.

Il comunicato stampa Pfizer è consultabile all’indirizzo:

http://www.pfizer.com/news/press-release/press-release-detail/pfizer_and_gsk_to_initiate_study_of_novel_combination_therapy_in_patients_with_melanoma

TORNA ALL'ELENCO